Pinta: l’ufficiale di bordo

Pinta, l’ufficiale di bordo è il braccio destro del nostro Comandate Nina.

Per navigare c’è bisogno dell’aiuto di tanti e Pinta, alias Michela Moratto, ha avuto l’onore di salire a bordo come aitante e anche da lontano ci racconterà ogni tanto cosa succede nel mondo e fra i libri per bambini.Pinta: l'ufficiale di bordo
Michela ha studiato Storia dell’Arte e poi, dalla sua passione per i libri, è nato il suo lavoro che non si è limitato all’arte ma si è allargato ai libri. É bibliotecaria da ormai più di 10 anni e ha “viaggiato” in diverse realtà: biblioteche piccine, biblioteche più grandi e alcuni musei. Non ha mai smesso di studiare e approfondire questo mondo della cultura perché è curiosa e quando si appassiona a qualcosa vuole andare a scoprirne tutti i segreti.

 

Una grande passione

I libri, per Michela, sono sempre stati un grande amore. Fin da piccola quando andava in biblioteca e voleva prendere in prestito sempre più libri di quelli che erano concessi perché li divorava.
Poi è cresciuta e al liceo ha iniziato a fare la volontaria nella piccola biblioteca del suo paese dove un bravo bibliotecario le ha insegnato i rudimenti della catalogazione e, anche se all’università ha scelto di studiare arte contemporanea, quel semino è rimasto dentro di lei, è cresciuto e terminati gli studi ha avuto l’occasione di formarsi e diventare bibliotecaria.

Pinta: l’ufficiale di bordo e la letteratura per ragazzi

Michela ama le “cose belle” e cosa c’è di più bello dei libri per bambini? Secondo lei niente (o forse solo il panorama quando si arriva in cima ad una montagna) e quindi negli anni si è appassionata al tema, ha seguito corsi, ma soprattutto ha iniziato a leggere tanti libri per bambini, perché è convinta che siano strumenti preziosi anche per noi “grandi”.
Michela ha creato anche un piccolo gruppo di lettura di libri per ragazzi, ma letti anche dagli adulti, che si chiama #paginealtelefono ed è su Telegram: se volete curiosare, cercatela!!!