Libri per prendere coscienza delle proprie emozioni

 

Cosa gli leggiamo? Libri per prendere coscienza delle proprie emozioni

Come sapete in questo spazio “Novità all’Orizzonte” trovate recensioni di libri per bambini. Oggi vi presentiamo alcuni libri significativi per prendere coscienza delle proprie emozioni.

Cosa significano “lettura” e “libri” per i bambini? Certamente entrambi i significati mutano col tempo, ma la lettura, in questo caso impropriamente detta, interessa e attira anche i piccolissimi. Già verso i 9- 12 mesi i piccoli sono attratti dai libri da manipolare, lanciare, assaggiare, strappare. I libri sono giochi e pertanto devono avere determinate caratteristiche. Devono essere leggeri, di materiale sicuro, molto colorati e con immagini grandi e di uso comune, quali piatti, biberon, spazzole, orsacchiotti, ecc.

Con gli anni il libro svolge molte altre funzioni ed è di questo che vogliamo parlare.

Le prime letture accompagnate

Nella Biblioteca Civica di Tortona esiste una Sala Ragazzi che contiene libri suddivisi per fasce di età.

Intorno ai 3/4 anni è possibile cominciare a far approcciare il bambino al magico mondo dei libri. Un momento condiviso con genitori o nonni. Un libro che si sceglie e si legge insieme a casa, in un momento di relax. Un momento che rafforza l’unione fra grandi e piccini.

Anche i libri per le prime “letture” seguono un po’ le caratteristiche elencate sopra. I libri devono attirare lo sguardo con i colori, devono invogliare ad essere sfogliati e devono incuriosire per il contenuto, per la piccola storia raccontata. Come sappiamo i tempi di attenzione dei piccoli sono molto brevi e crescono con gli anni. Ecco perché le storie devono contenere molte immagini e parole semplice, di facile comprensione per poter essere seguite.

Libri per prendere coscienza delle proprie emozioni

Di seguito quattro titoli per cominciare insieme questo percorso per genitori e bambini. Alla fine, qualche suggerimento per laboratori da svolgere a casa inerenti alla storia. Questi libri, che consigliamo, aiutano a prendere coscienza delle proprie emozioni, del rispetto e dell’ amore verso l’altro, quindi a sviluppare empatia.

Il libro che ha paura – Ramadier & Bourgeau

E’ un libro verde con raffigurati due occhi, un naso e una bocca che imprimono espressione al libro. All’interno si sviluppa una storiella semplicissima sulla paura del buio del libro, che è protagonista, e di come aiutarlo ad addormentarsi. Implicitamente suggerisce così modalità di confronto: un libro utile a mamma e piccoli.

Il libro arrabbiato – Ramadier & Bourgeau

Stessa struttura del libro precedente, ma questo, usando per protagonista sempre il libro, aiuta mamma e bimbo a gestire la rabbia e i capricci. Ovviamente il libro è rosso.

Tantissimo bene -Emile Jadoul

Un libro che, in modo schematico, con poche figure grosse su fondo bianco, racconta la storia di un micio e di un pesciolino rosso. Il micio, dicendo “ti voglio bene ” al pesciolino rosso nella boccia, pagina dopo pagina, lo riaccompagna nel mare, per rendergli la libertà.

Grandi e piccoli – Baby Fun,

Un libro rosso con due scimmiette, una grande e una piccola, con il pancino di peluche morbido, che si tengono per mano. All’interno troviamo mamma e cucciolo di vari animali, con particolari di materiale differente per un’esperienza sensoriale e i primi contrapposti sul grande e piccolo, per favorire lo sviluppo cognitivo.

Leggere per educare

Come avrete notato, si tratta di libri educativi che non sembrano tali, che divertono insegnando. Piccole storie, ricche di contenuti, espressi in pochissime parole che lette alla sera, al momento del riposino, in una pausa dal gioco di movimento, aiutano genitori e bambino alla crescita della relazione e alla crescita emotiva del piccolo.

 

Pia e Patrizia