Consigli di lettura per bambini e ragazzi

Qualche consiglio di lettura va dato anche per i bambini e i ragazzi. Con gli anni i bambini tendono a perdere il piacere della lettura perché attirati o impegnati in attività più dinamiche. Ma il leggere è dinamicità per il cervello e l’emotività, per cui è possibile mantenere inalterata la passione per i libri, che si manifesta da piccoli.

La fantasia non è più dominante, la magia delle favole è finita, ma emergono nuove potenzialità. I ragazzi si aprono verso lo stadio operatorio formale, secondo Piaget, ma anche verso il pensiero simbolico. In più nascono i primi rapporti sociali, le prime difficoltà e più che del confronto coi genitori, nasce il bisogno di un confronto esterno fra coetanei.

Cosa è più opportuno suggerire allora?

Come avrete intuito, anche i libri seguono lo sviluppo emotivo-cognitivo del bambino. Per cui è importante dare suggerimenti oculati, che tengono conto di questo sviluppo.  

Si possono certamente proporre libri classici, che hanno seguito l’adolescenza di noi tutti, ad esempio ”Piccole Donne”, “Piccole donne crescono”, Zanna bianca”, “Kim”, “I ragazzi della via Pal”… Ma non dimentichiamo di proporre anche letture più adatte ai tempi correnti.

Consigli di lettura per bambini e ragazzi - foto sala ragazzi

Consigli di lettura per bambini e ragazzi: cosa trovate nella nostra Biblioteca?

Di seguito vi elenchiamo alcuni titoli e autori che potrete trovare presso la nostra Sala Ragazzi, dove, vi ricordiamo, la porta è sempre aperta!

La porta Oscura di David Lozano

Ascolta il mio cuore, La ragazza col falcone, Tromatras di Bianca Pitzorno

L’albero Falcone dell’Associazione Giovanni e Francesca Falcone

Il gran sole di Hiroschima di Karl Bruckner

L’ultima carezza di Catherine Guilleband

La casa che mi porta via di Sophie Anderson

Un cane di nome Argo di Giancarlo Gili

Questi alcuni suggerimenti fra le moltissime proposte della Biblioteca. Ovviamente il personale della Biblioteca è in grado di suggerire e consigliare, oltre che sulla base dell’età, anche relativamente alle preferenze individuali.

 

Pia e Patrizia