Consigli di lettura per bambini in età scolare

Quando i bambini cominciano a frequentare la Scuola Primaria si ha un cambiamento radicale nel raggiungimento dell’autonomia e la lettura ne è la manifestazione più evidente. Leggere, a questo punto, diventa una sfida. Se osserviamo il bambino nei suoi primi momenti di lettura ad alta voce notiamo lo sforzo, la concentrazione, il dito che segue la riga. E’ facile comprendere che questa attività gli richieda fatica. Ecco perché sono utili dei consigli di lettura per bambini in età scolare.

La ricerca dell’indipendenza

Poco per volta il bambino comincia a voler leggere da solo, anche se la voce rassicurante della mamma non è ancora sostituita del tutto. Il bambino la richiede solo in determinati momenti, ad esempio quando è stanco. Lo sforzo, l’impegno e l’obbligo scolastico, che impone la lettura come esercizio, possono trasformarsi in deterrenti per la lettura. In breve, il bambino può perdere il piacere che gli davano i libri: essi non sono più un gioco e nemmeno un tramite con la mamma, ma diventano “impegni” quotidiani.

Cosa fare allora per far sì che la lettura diventi un hobby gradito?

Un buon modo per mantenere inalterata la passione per i libri è cercare di condividerne il momento, genitori e figli insieme. I genitori possono creare momenti condivisi di lettura. I piccoli coi loro libri; i grandi con le loro riviste, i giornali, i libri, ma soprattutto la presenza. Esserci, supporta l’attività del piccolo, rendendo il momento interattivo. Il genitore può rispondere alle domande del bambino, può farsi raccontare la storia che sta leggendo e raccontare a suo volta cosa legge. In questo modo si rende magica e piacevole questa attività.

E fuori di casa?

Un altro modo per non far perdere la magia del libro al bambino è portarlo spesso in libreria e in biblioteca. In libreria il bambino può annusare l’odore dei libri nuovi, può fare “shopping” con la mamma o il papà che propongono e consigliano. In biblioteca non c’è l’acquisto, ma la responsabilità di prendere un libro in prestito, qualcosa che non è proprio ma deve essere restituito. Il libro diventa qui ancora più prezioso, che va conservato con cura, affinché altri bambini possano leggerlo. Questo è un modo per far sentire importante e responsabile il bambino. Inoltre la biblioteca è un luogo affascinante,  dove spesso regna il silenzio che permette di immergersi pienamente nella lettura. Inoltre in biblioteca il bambino potrà partecipare alle varie attività che vengono proposte.

Consigli di lettura: che libri leggere?

  • Emanuela Bussolati – “12 mesi e 3 bambini le storie dei mesi dell’anno”
  • Bruno Tognolini – “Salvataggio a mezzanotte”
  • Roald Dahl – “Gli sporcelli”
  • Gianni Rodari – “In treno con Gianni Rodari”
  • Gianni Rodari – FIlastrocche per uttto l’anno
  • Gek Tessaro – “Il salto di città in città”

Consigli di lettura per bambini in età scolare - foto a colori

Questo è solo un piccolo assaggio dei migliori libri per bambini in età scolare. Venite a trovarci in biblioteca, nella bella sala ragazzi a vostra disposizione: troverete tutti i migliori autori per l’infanzia.

 

Pia e Patrizia